Quartetto di arbitri svizzeri convocato per una fase finale

  • 11.05.2021

Per la prima volta dal 2010 gli arbitri svizzeri saranno presenti ad una fase finale élite maschile. Sandro Schärer e Stéphane De Almeida sono sulla lista dei "Support Match Officials“ per UEFA EURO 2020 pubblicata nella settimana 18. Esther Staubli e Susanne Küng andranno in Giappone per i Giochi Olimpici di luglio.

Undici anni dopo la convocazione di Massimo Busacca per la Coppa del Mondo FIFA in Sudafrica, gli arbitri svizzeri sono di nuovo presenti ad un grande torneo. Sandro Schärer (32) è stato nominato dalla UEFA come quarto ufficiale, De Almeida (33) come assistente sostituto. "Tanto di cappello ai convocati. Sappiamo quanto hanno investito questi membri della squadra. Solo chi lavora duramente ogni giorno può celebrare successi del genere", dice Dani Wermelinger, capo degli arbitri elite presso l'Associazione Svizzera di Football (ASF), parlando della convocazione del duo per l‘Europeo.

Staubli e Küng a Tokyo

Per Esther Staubli e Susanne Küng non è una novità arbitrare in grandi tornei. La 41enne di Berna e la sua assistente 33enne di Argovia sono tra i 99 ufficiali di gara chiamati dalla FIFA per dirigere le partite olimpiche a Tokyo a partire dal 21 luglio. Questa sarà la prima volta che il VAR sarà utilizzato in un torneo olimpico. "Le convocazioni olimpiche di Esther Staubli e Susanne Küng e di Sandro Schärer e Stéphane De Almeida per l'UEFA EURO ci riempiono tutti di grande orgoglio e mostrano che siamo sulla strada giusta", sottolinea Dani Wermelinger.

Il palmares di Staubli e Küng comprende tra l’altro le finali della UEFA Women's Champions League del 2015 e del 2020 o la Coppa del Mondo femminile del 2019. Per Staubli, partecipare alle Olimpiadi è un altro momento clou della sua carriera, ma anche in questo caso non è la prima volta: aveva già avuto il piacere di fischiare ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016.

Christophe Girard, Presidente della commissione degli arbitri dell’ASF, vede questi risultati come il frutto di un intenso lavoro durato diversi anni. “Penso che sia stato provato che in passato sono state prese delle giuste decisioni. La convocazione del quartetto dimostra cosa è possibile raggiungere se si ha una visione chiara e se si lavora intensamente per raggiungere un obiettivo”, così Girard.

(ASF)

indietro